Fonte: stevepb / Licenza / Libero per uso commerciale / Nessuna attribuzione richiesta

Nessuno ama tutto del proprio partner. Anche la più carina delle stranezze può diventare fastidiosa quando non siamo dell’umore giusto.

Di solito, possiamo lasciar perdere queste cose senza dar loro troppa importanza: Scegliamo invece di concentrarci su ciò che è piacevole. Quando ci soffermiamo sul negativo e diventiamo eccessivamente critici, potrebbe indicare che abbiamo difficoltà con qualche aspetto dell’intimità romantica.

articolo continua dopo la pubblicità

Naturalmente, se abbiamo davvero difficoltà a gestire i comportamenti del nostro partner, dovremmo ripensare se dovremmo stare con loro. Forse semplicemente non sono la misura giusta.

Quando decidiamo di restare, dobbiamo pensare alle difficoltà che abbiamo con il nostro partner come a problemi condivisi – problemi che esistono tra noi e che richiedono che entrambe le parti lavorino per risolverli.

Se il problema è qualcosa che probabilmente non cambierà, dobbiamo trovare un modo per accettare il male con il bene, altrimenti rischiamo di diventare troppo critici. Potremmo considerare che anche se la nostra critica esprime un disagio nella relazione, la causa del disagio potrebbe avere più a che fare con noi che con il nostro partner.

5 motivi per cui diventiamo eccessivamente critici

1. Essere autocritici

Se siamo autocritici, molto probabilmente saremo altrettanto critici nei confronti degli altri, specialmente di quelli che ci sono più vicini. Spesso non siamo consapevoli della distruttività del nostro critico interno perché ci siamo abituati, lo diamo per scontato. Di conseguenza, diamo per scontato che gli altri debbano essere tenuti allo stesso livello, specialmente il nostro partner.

l’articolo continua dopo la pubblicità

Sognata in una paralizzante autocoscienza dai suoi genitori, Annie lotta per rilassarsi e divertirsi alle feste. Recentemente, ad un matrimonio, mentre lei ondeggia dolcemente alla musica, il suo ragazzo si lascia andare sulla pista da ballo. Con la scusa di dargli un feedback utile, lei gli dice che sta attirando troppa attenzione su di sé. Sentendosi imbarazzata lei stessa, lo fa vergognare e gli rovina la serata.

2. Mancanza di gratitudine

Alcuni di noi si sentono dolorosamente vulnerabili quando ricevono amore. Ottenere ciò che vogliamo veramente da un partner ci fa sentire troppo dipendenti da lui. Diventiamo dolorosamente consapevoli che ciò che viene dato può essere tolto. Di conseguenza, non riconosciamo ciò che ci piace di loro – e di conseguenza, non temperiamo le nostre critiche con la gratitudine e ci presentiamo come eccessivamente critici.

Ben si lamenta spesso che il suo ragazzo è troppo facilmente ferito; non prende bene le critiche. Anche se Ben dice che si sente amato e ammirato da lui, non precede mai le sue critiche con quanto apprezza l’amore che riceve. Ben spiega: “Sono stato cresciuto così. Non abbiamo mai ricevuto complimenti. Ma sicuramente abbiamo sentito parlare dei nostri errori”.

articolo continua dopo la pubblicità

3. Diffidare del nostro giudizio

Possiamo essere eccessivamente critici quando abbiamo paura di fidarci del nostro giudizio nelle relazioni romantiche. Spesso, questo è il risultato di essere stati traumatizzati da relazioni precedenti o di aver sperimentato qualcuno vicino a noi intrappolato in una brutta storia d’amore. Se non lavoriamo attraverso le nostre emozioni negative sulle relazioni passate, non avremo accesso al nostro istinto – non possiamo dire quando qualcuno è giusto per noi.

Per tutta la sua infanzia, Amy ha vissuto la relazione ostile-dipendente dei suoi genitori – erano costantemente ai ferri corti ma non si sono mai lasciati. Nelle sue relazioni, Amy tende a concentrarsi sui difetti del suo partner. Incapace di rilassarsi e fidarsi del proprio giudizio, non riesce a decidere quando qualcuno è abbastanza buono. Sentendosi inquieta per la sua scelta, lotta con l’impegno.

4. Essere autoprotettivi

Alcuni di noi diventano eccessivamente critici per proteggersi dal farsi male – temiamo i sentimenti dolorosi. Il ragionamento è più o meno questo: se non apriamo il nostro cuore e accettiamo il nostro partner, non saremo così feriti se la relazione finisce. Mantenendo una critica costante del nostro partner, lo teniamo a distanza, almeno nella nostra mente. In sostanza, li rifiutiamo prima che loro possano rifiutare noi.

l’articolo continua dopo la pubblicità

Mark cadde in una profonda depressione dopo la sua ultima rottura. Pensava che la sua ex fosse “l’amore della sua vita”. Ora, desidera una nuova relazione, ma resiste ad aprirsi alla possibilità di essere ferito di nuovo. In terapia, si rende conto che concentrarsi sulla sua attuale ragazza lo aiuta a sentirsi meno ansioso per il suo attaccamento sempre più profondo.

5. Temere lo spazio

Se abbiamo difficoltà a prendere spazio dal nostro partner, potremmo creare spazio diventando eccessivamente critici. Proprio come esprimere amore avvicina due persone, essere critici crea distanza. Se non possiamo tollerare di essere lontani dal nostro partner fisicamente a causa delle nostre insicurezze o della difficoltà a stare da soli, potremmo usare la critica per creare la distanza psicologicamente.

Mark lotta con la gelosia. Quando è lontano dalla sua ragazza, dubita del suo impegno verso di lui. Chiedendosi cosa stia facendo lei, non può rilassarsi e godersi il tempo con i suoi amici. Mentre limita il suo tempo lontano da lei, si risente di non poter praticare sport. Bloccato a casa, diventa irritabile al minimo fastidio: il suo contegno lunatico crea più distanza di qualsiasi effettiva assenza.

Intimità

Ognuno dei motivi di cui sopra indica una difficoltà con uno degli ingredienti essenziali dell’intimità emotiva. Potremmo essere in difficoltà con uno o qualsiasi combinazione dei seguenti:

  • Accettare: Essere autocritici aumenta la probabilità di essere altrettanto critici nei confronti del nostro partner e di non accettare le sue differenze.
  • Apprezzabile: Mancanza di gratitudine indica che facciamo fatica ad esprimere il nostro apprezzamento per il bene che il nostro partner ci offre.
  • Impegnato: Diffidare del nostro giudizio riguardo alle relazioni interferisce con la nostra capacità di impegnarci completamente con un altro.
  • Accessibile: Essere autoprotettivi suggerisce che resistiamo a renderci abbastanza accessibili da permettere agli altri di essere coinvolti profondamente con noi.
  • Coraggiosi: Temere lo spazio è un segno che ci manca il coraggio di assicurare la nostra identità individuale mentre siamo parte di una coppia.

Quando lottiamo con un aspetto dell’intimità emotiva, sperimentiamo un disagio nella nostra relazione. Se non ci rendiamo conto che il disagio è il risultato dei nostri problemi, diventiamo eccessivamente critici nei confronti del nostro partner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *