Anche se il risveglio è l’evento meno piacevole della giornata, gli esseri umani hanno inventato molti modi per evocarlo.

Jeff Pachoud/AFP/Getty Images

A volte le persone possono sembrare più divise che unite, ma una verità universale ha resistito alla prova del tempo: alzarsi dal letto la mattina fa schifo.

Oggi abbiamo sveglie per iPhone, sveglie volanti e persino sveglie che non stanno zitte finché non si risolve un puzzle, tutto per aiutarci nel più spiacevole dei rituali quotidiani.

Ma come iniziava la giornata la gente prima che la prima sveglia fosse inventata nel 1787? Si scopre che la gente è sempre stata creativa nel tirarsi fuori da sotto le coperte.

Yi Zang’s Puppet Show Clock

Se stai pensando: “Beh, ci sono sempre stati i galli”, hai ragione, ma non sono sempre l’orologio più affidabile.

Contrariamente alla convinzione di chiunque non abbia trascorso del tempo in una fattoria, i galli sono delle pessime sveglie. Canteranno per qualsiasi cosa in qualsiasi momento, il che li rende difficili da regolare l’orologio.

Per questo motivo Yi Zing, un monaco, matematico, ingegnere e astronomo cinese, costruì nel 725 un orologio complicato che faceva suonare i gong a varie ore.

Ancora, la “Mappa sferica ad acqua del cielo con vista sull’uccello” non funzionerebbe per il vostro comodino medio, dato che la macchina aveva un’enorme ruota ad acqua che – quando girava certi ingranaggi – faceva partire elaborati spettacoli di marionette e carillon.

Il bisogno di fare pipì

I guerrieri indigeni americani usavano la loro vescica per alzarsi al mattino. Secondo il libro di Stanley Vestal del 1984, Warpath: The True Story of the Fighting Sioux Told in a Biography of Chief White Bull, “i guerrieri indiani potevano determinare in anticipo la loro ora di alzarsi regolando la quantità di acqua bevuta prima di andare a letto.”

Questa tecnica potrebbe funzionare anche per chiunque usi troppo il pulsante snooze.

Il British MuseumUna sveglia a pietra focaia dell’inizio del XVIII secolo.

Sveglia a candela

Nel XVIII secolo, le persone che avevano bisogno di stimoli sia acustici che visivi per trascinarli fuori dai loro sogni potevano contare sulla sveglia a pietra focaia.

Quando l’orologio all’interno dell’aggeggio inventato dall’Austria segnava una certa ora, una campana suonava, che attivava un meccanismo per colpire la pietra focaia all’interno della macchina. La scintilla della pietra focaia avrebbe poi acceso una candela, che – insieme al coperchio della scatola – era impostata su una molla per alzarsi automaticamente in posizione verticale.

Supponendo che questa complicata serie di eventi non abbia portato ad un incendio in casa, sembra che sia stato un bel modo per iniziare la giornata.

Hutchins’ Early, Early Bird Alarm

Nel 1787, l’inventore americano Levi Hutchins creò la prima sveglia personale conosciuta. L’unico problema era che poteva suonare solo alle 4 del mattino

Non preoccupandosi del potenziale commerciale del suo dispositivo, Hutchins non si preoccupò di acquisire un brevetto né di rendere il timer regolabile. Finché si alzava ogni giorno prima dell’alba, era felice.

Knocker Uppers

Ragged School Museum TrustMary Smith faceva pagare sei pence a settimana per svegliare i suoi clienti nell’est di Londra.

No, questo non ha niente a che fare con qualcuno che viene “messo incinta”.

Anche se le sveglie personali sono state brevettate in Europa nel 1847 (e nel 1876 in America), hanno preso piede solo più tardi. Semplicemente non erano così necessarie quando le tettone vagavano per le strade.

Lavorando in Gran Bretagna e in Irlanda fino agli anni ’70, queste sveglie umane professionali battevano sulle finestre delle camere da letto dei loro clienti fino a quando non erano sicuri che la persona fosse sveglia.

Siccome i loro servizi erano più convenienti dell’acquisto di un orologio costoso, il commercio è iniziato e si è diffuso durante la rivoluzione industriale.

I battitori usavano martelli morbidi, lunghe aste con pomelli all’estremità, o – se la camera da letto era molto difficile da raggiungere da terra – sparavano piselli secchi da cannucce per picchiettare le finestre dei loro clienti.

Ma chi svegliava i battenti? Quello era un mistero.

“Abbiamo avuto un knocker-up, e il nostro knocker-up ha avuto un knocker-up”, diceva una filastrocca popolare dell’epoca. “E il knocker-up del nostro knocker-up non ha bussato al nostro knocker-up. Quindi il nostro knocker-up non ci ha fatto knocker-up perché non è sveglio.”

Prova a dirlo tre volte velocemente la mattina presto.

Prossimo, leggi le 11 invenzioni più strane della storia, o sei invenzioni completamente accidentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *