Tutti abbiamo sofferto una o due brutte ustioni, quelle che provocano vesciche e lasciano la pelle ultrasensibile. Alcune sono causate dalle cose più particolari e altre, con un po’ di buon senso, avrebbero potuto essere facilmente evitate. Alcune, non le augureremmo ai nostri peggiori nemici.

Adam Levy, un 52enne padre di due figli di Minneapolis, ha subito l’opzione #3 alla fine del mese scorso. Dopo aver spremuto dei lime all’esterno in preparazione della festa di laurea di sua figlia, si è procurato un’ustione di secondo grado sulla mano.

Advertisement – Continue Reading Below

Nei due giorni che seguirono, la mano di Levy si gonfiò a quattro volte la sua dimensione normale, e ha anche sperimentato vertigini e nausea, riporta Daily Mail.

Una volta in ospedale, il cantante The Honeydogs è stato trattato con una flebo e gli sono stati dati steroidi e antistaminici per fermare il gonfiore. Gli è stata poi diagnosticata la fitofotodermatite, una reazione che si verifica quando una sostanza chimica chiamata psoralene, che si trova nei limoni, nelle limette e in alcuni altri frutti e piante, interagisce con la luce ultravioletta. “Questo rende la pelle fotosensibile significa che quando la pelle entra in contatto con il sole, è più sensibile ad esso, causando brutte ustioni con rossore e vesciche”, spiega il Dr. Debra Jaliman, M.D., un dermatologo certificato dal consiglio con sede a New York City.

I sintomi sono equivalenti alla fotodermatite, un’ustione estrema a volte indicata come avvelenamento da sole.

“Ho notato che avevo delle scottature sulla mano e ho pensato che fosse strano”, ha detto Levy al Daily Mail. “È iniziato come una piccola vescica e si è trasformato in questa vescica davvero grande e piena di linfa che era della dimensione di mezza pesca”.”

Levy ha continuato, “La pelle era davvero tesa ed è passata da una sensazione di bruciore e puntura al prurito tutto intorno ai bordi. Il giorno dopo era pieno di vesciche e sembrava che stessi avendo una reazione allergica, oltre a sentirmi stordito, nauseato e la mia lingua che si gonfiava.”

Una volta che la vescica di Levy è cresciuta fino a due pollici di larghezza, l’ha fatta drenare e fasciare.

Advertisement – Continue Reading Below

“Dopo questa reazione, la pelle può diventare molto più scura, qualcosa chiamato iperpigmentazione”, spiega il dottor Jaliman. “Ci vuole molto tempo e sforzo per sbarazzarsi di questo e può essere trattato con trattamenti topici, ma può anche avere bisogno di laser”.

Jaliman raccomanda di usare Silvadene, una crema solitamente prescritta per le ustioni, e steroidi se necessario per combattere il gonfiore. Per il trattamento da banco, suggerisce di usare una crema antinfiammatoria e un impacco fresco per ridurre l’infiammazione.

Il gonfiore di Levy da allora è diminuito, e ammette che è un processo – che deve stare attento a come usa la sua mano.

Quindi la prossima volta che stai facendo chimichurri, margaritas o qualsiasi cosa che richiede la spremitura di limoni, non esporti al sole. E se devi uscire a goderti i raggi dell’estate, usa uno spremiagrumi per evitare il contatto con la tua pelle.

Per fortuna, Levy si sta riprendendo. “Si pensa che gli agrumi siano una delle cose più sane del mondo”, ha detto, “non che siano in grado di creare un’ustione tossica.”

[h/t Daily Mail

Samantha BrodskyEditorial FellowSamantha è editorial fellow per GoodHousekeeping.com e HouseBeautiful.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *