Se sei come l’americano medio, probabilmente dormi con il tuo smartphone a portata di mano. Un rapporto del 2015 della Bank of America ha scoperto che il 71% delle persone dormono con o vicino ai loro telefoni – e questo include il 13% che ha detto di aver dormito con i loro telefoni nei loro letti.

Forse ti sei chiesto se tenere il tuo telefono vicino è una cattiva idea – forse sta zapping il tuo cervello con onde radio o altrimenti fottendo la tua salute. Sarebbe confortante se i ricercatori avessero finalmente messo a tacere qualsiasi idea che i nostri dispositivi possano causare effetti negativi sulla salute. No tale fortuna.

Lo scorso novembre, il National Toxicology Program del governo degli Stati Uniti ha concluso uno studio di 10 anni e 30 milioni di dollari sugli effetti sulla salute dell’esposizione alle radiazioni dei cellulari. In sostanza, gli scienziati del governo hanno fatto saltare i ratti con diversi livelli di radiazioni a radiofrequenza (RFR) per diversi periodi di tempo e poi hanno guardato per vedere cosa sarebbe successo.

“I nostri studi hanno dimostrato che le radiazioni a radiofrequenza alle frequenze e modulazioni utilizzate nelle telecomunicazioni cellulari e nelle condizioni di esposizione che abbiamo usato possono produrre effetti biologici avversi”, dice John Bucher, uno degli autori dello studio e uno scienziato senior con il National Institute of Environmental Health Sciences. In particolare, lo studio di Bucher ha trovato “chiare prove” di tumori nel cuore dei ratti maschi esposti a RFR, così come “alcune prove” di tumori nel cervello e ghiandole surrenali dei ratti maschi. Hanno trovato prove “equivoche” di effetti negativi nei ratti femmina, nel senso che non era chiaro se i tumori che si sono rivelati erano causati da esposizione RFR.

Cosa fare di questi risultati? Dipende da chi si chiede.

Bucher dice che il suo studio non è mai stato destinato ad essere la parola definitiva sulla questione delle radiazioni dei telefoni cellulari e la salute umana. “Anche così, Bucher dice che ci può essere qualche rischio “basso” quando un telefono è tenuto contro la testa o il corpo – come se si è su una chiamata o tenendo il telefono in tasca mentre si utilizza una sorta di configurazione vivavoce. Dice che questi rischi potrebbero salire con “l’uso prolungato e persistente”, anche se a questo punto, la definizione di ciascuno di questi termini è una congettura.

“Se c’è un rischio, penso che sia minimo”, dice Larry Junck, MD, un neuro-oncologo e professore di neurologia presso l’Università del Michigan. “Non abbiamo visto un aumento dei tumori al cervello da quando l’uso del telefono cellulare è diventato diffuso”. Inoltre, Junck dice che la ricerca che mostra qualsiasi legame meccanicistico tra radiazioni dei telefoni cellulari e tumori al cervello è incoerente e “metodologicamente difettoso”. “Penso che ci sono prove convincenti che l’esposizione alle radiazioni elettromagnetiche è davvero dannoso”, dice Joel Moskowitz, direttore del Centro per la famiglia e la salute della comunità presso l’Università della California, Berkeley. Egli snocciola i risultati di una dozzina di studi recenti, tra cui una revisione 2017 dalla Cina che ha trovato pesanti utenti di telefonia mobile erano a rischio significativamente aumentato di glioma – un tipo di tumore maligno nel cervello e nel midollo spinale.

Uno studio britannico 2018 trovato tassi di glioblastoma – un altro tumore del cervello canceroso – più che raddoppiato in Inghilterra tra 1995 e 2015. In particolare, i tumori del lobo frontale e temporale – posizioni che corrispondono a dove riposiamo i nostri telefoni durante le chiamate – hanno mostrato alcuni degli aumenti più ripidi. In una lettera di follow-up al direttore del giornale, gli autori di quello studio britannico dicono che hanno guardato da vicino i dati degli Stati Uniti sui tassi di glioblastoma. Dopo aver regolato per i cambiamenti di popolazione post-2000 – cambiamenti che dicono non sono presi in considerazione nel registro centrale dei tumori cerebrali degli Stati Uniti e altri database che tracciano i tumori – hanno scoperto aumenti di glioblastoma simili a quelli che hanno tracciato in Inghilterra.

I tumori cerebrali non sono l’unica preoccupazione per gli utenti di telefoni cellulari. “Se si guarda ai moderni smartphone, le antenne sono negli angoli, sia superiori che inferiori”, dice Moskowitz. Ma la maggior parte del segnale cellulare è ora diretto verso il basso attraverso le antenne inferiori, “il che renderebbe le esposizioni più significative nella zona del collo”, dice. Egli cita i tumori del collo e della tiroide come particolarmente preoccupanti. E ancora una volta, alcuni dati suggeriscono che i tassi sono in aumento. Tassi di cancro alla tiroide sono triplicati negli ultimi tre decenni e stanno aumentando più rapidamente di qualsiasi altro tipo di cancro, secondo l’American Cancer Society (ACS).

Ma nessuno di questi risultati costituiscono la prova che i telefoni cellulari sono la colpa. Per esempio, l’ACS dice l’aumento dell’uso di tumori che rilevano gli ultrasuoni della tiroide potrebbe spiegare l’aumento dei tassi di quei tumori.

“Se c’è un rischio, penso che sia minimo.”

Perché è così difficile individuare i potenziali effetti sulla salute dei nostri dispositivi? Un ostacolo gigantesco è che le tecnologie che questi dispositivi impiegano sono in continua evoluzione, e la ricerca sui loro effetti sulla salute è spesso in ritardo di un decennio o due. “La maggior parte degli studi epidemiologici che guardano al rischio di tumore al cervello hanno raccolto dati all’inizio o alla metà degli anni 2000 da utenti che usavano i vecchi telefoni a barretta o flip, che utilizzavano principalmente la tecnologia cellulare 1G o 2G”, dice Moskowitz.

Nel frattempo, l’industria delle telecomunicazioni si sta muovendo ora con le tecnologie 5G, anche se gli esperti di salute non hanno ancora dati sul 4G, dice. (Più di 200 scienziati e medici hanno chiesto una moratoria sul lancio del 5G fino a quando la sua sicurezza non può essere garantita.)

Siccome questo potrebbe tenerti sveglio la notte, torniamo alla questione del dormire accanto al tuo telefono. Moskowitz dice che i rischi di tumore non sono in cima alla sua lista di preoccupazioni, perché il telefono di chi dorme non sta trasmettendo costantemente come fa durante una chiamata. Ma dice che è probabile che le esposizioni alle radiazioni notturne di basso livello potrebbero interrompere il sonno e causare altri effetti neurologici. Egli indica un piccolo studio del 2016 dalla Germania che ha trovato l’esposizione degli uomini alle radiazioni del cellulare sembra cambiare la struttura del loro sonno – aumentando o diminuendo il REM e altri parametri del sonno – anche se le ramificazioni della salute di questi spostamenti non sono chiare.

Qualunque rischio possa esistere potrebbe essere aumentato nei bambini. “Personalmente credo che i bambini dovrebbero essere dissuasi dal dormire con un telefono sotto il cuscino, poiché si pensa che la RFR penetri più lontano nei loro tessuti che negli adulti”, dice Bucher.

Il consiglio ovvio è quello di tenere il telefono fuori dalla camera da letto. Oppure, se lo usi come sveglia, potresti metterlo in modalità aereo, che gli impedisce di inviare o ricevere segnali, dice Moskowitz. Egli ripete anche il consiglio di vecchia data di usare un dispositivo vivavoce cablato quando si effettuano chiamate e di tenere il telefono lontano dal corpo.

Inizia con tutto ciò e spera che le Pollyannas delle radiazioni dei cellulari abbiano ragione.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *