Marianne Mychaskiw

Aggiornato Dec 31, 2016 @ 12:00 pm

Abbiamo tutti sentito circolare la voce che, quando iniettato abbastanza volte con Botox, il tuo corpo ha la capacità di diventare immune alla tossina, rendendo inutili le sue capacità di congelamento dei muscoli. Quando il tuo trattamento ha iniziato a perdere il suo tocco magico, stai sicuro che hai un’altra opzione in Xeomin. Anche se abbiamo appena sentito parlare di Xeomin, il trattamento è stato in giro nel mondo della dermatologia e delle spa mediche per anni, e i pazienti che l’hanno provato affermano che è così simile al Botox, che non possono dire la differenza nel risultato finale. “Usiamo Xeomin nel nostro studio da circa 3 anni, ma quando è arrivato sul mercato all’inizio, è stato un po’ più lento da lanciare con Botox e Dysport come concorrenti”, spiega la dermatologa Vivian Bucay di San Antonio. “Offro tutti e tre perché è il nostro lavoro come dermatologi avere familiarità con le alternative là fuori, in modo da poter determinare quale sia l’opzione migliore per i pazienti specifici”. Abbiamo chiesto al Dr. Bucay di darci tutti i dettagli su come funziona il trattamento, chi è il miglior candidato e cosa differisce tra questa formula e le sue controparti iniettabili. Continuate a leggere per un corso intensivo sul trattamento, sia se lo state considerando, sia per pura curiosità.

RELATO: Tutto quello che devi sapere sul Botox

Cos’è lo Xeomin e cosa fa?

Xeomin è una forma di tossina botulinica che viene utilizzata per bloccare il movimento muscolare nelle aree che contribuiscono alle rughe. È usato nella fronte, tipicamente tra le sopracciglia per ammorbidire le rughe di espressione. A differenza del filler, Xeomin influisce solo sul movimento muscolare e non ha effetto sul riempimento delle rughe profonde che si sono già formate. Gli stessi ingredienti in Botox e Dysport sono utilizzati, anche se Xeomin è un po ‘di una forma più pura della tossina.

Aspetta, quindi è la stessa cosa come Botox?

Meno alcune proteine. “Con Botox o Dysport, la parte attiva della tossina è incapsulata in proteine complessanti e accessorie, e questo è stato progettato”, dice il dottor Bucay. “Ciò che è diverso in Xeomin è che subisce una fase extra di purificazione in modo che non ci siano proteine complessanti”. Quando spiega le differenze ai suoi pazienti, il dottor Bucay paragona Botox, Dysport e Xeomin a tre caramelle M&M separate – mentre le prime due possono avere un guscio esterno rosso o verde, la terza, che rappresenta Xeomin, è solo il nucleo di cioccolato. “La parte centrale, attiva, è la stessa in tutti loro, quindi si comporta allo stesso modo del Botox e del Dysport”, aggiunge. Le uniche differenze chiave sono dalla parte del medico che somministra il trattamento, in quanto Xeomin non richiede la refrigerazione, e la fiala deve essere capovolta invece di essere agitata per garantire che gli ingredienti siano dissolti.

Chi è un candidato migliore per Xeomin rispetto al Botox?

Perché Xeomin lascia le proteine complessanti e accessorie fuori dal mix, è una buona alternativa per coloro che sentono che i loro trattamenti Botox e Dysport non funzionano più come prima. “Se qualcuno dovesse reagire e diventare immune al Botox, allora è molto probabile che stia diventando immune alle proteine che rivestono la parte attiva”, ci dice. “Poiché Xeomin non ha le proteine extra all’esterno, è molto meno probabile che sviluppino anticorpi per esso”. Il Dr. Bucay nota che in uno studio in doppio cieco che confrontava Xeomin e Botox, sia i medici che i pazienti non potevano dire la differenza del risultato finale tra le due formule, anche se molti pazienti hanno notato che c’era meno di una sensazione di tensione simile al Botox nelle aree in cui Xeomin è stato iniettato una volta che ha iniziato a fare effetto. “Se non vuoi sentire la sensazione di tensione, allora sei un buon candidato per Xeomin”, dice. “È un po’ meno costoso su tutta la linea, quindi sapendo che entrambi funzionano ugualmente bene, si può considerare Xeomin se il costo è un problema, ma non sceglierei un trattamento basato solo su questo.”

RELATO: Tutto quello che devi sapere sui filler facciali

Quanto dura?

Proprio come Botox e Dysport, Xeomin dura in genere da 3 a 4 mesi, ma molti utenti affermano che inizia a fare effetto molto più velocemente delle alternative, che impiegano da un giorno a 10 giorni per fare effetto.

Cosa dovrei evitare dopo il trattamento?

“Dico alle persone di non strofinare o graffiare la zona, o utilizzare trattamenti che comportano l’applicazione di calore direttamente sulla pelle, in quanto il calore può rallentare il legame di Xeomin nello stesso modo in cui fa con Botox e Dysport”, spiega il dottor Bucay. “Le vecchie dicerie sulla necessità di non sdraiarsi o di stare molto fermi non si applicano, quindi sei a posto finché non manipoli l’area trattata.”

Come posso trovare un professionista?

Lascia che il sito ufficiale xeomin.com sia la tua guida. “Se un medico ha un account Xeomin, allora sarà elencato sul sito web”, dice il dottor Bucay. “

Tutti gli argomenti sulla pelle

Let’s Make It Newsletter-Official

Non avere più InStyle FOMO! Ricevi i migliori consigli di moda, bellezza, esclusive delle celebrità e shopping direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *