In un clima in cui il marketing deve diventare sempre più adattabile e innovativo per creare un impatto, stiamo assistendo a una svolta verso gli eventi esperienziali per distinguersi dalla folla.

Abbiamo visto un cambiamento nel modo di fare le cose negli ultimi anni. Con la caduta delle vendite di musica che coincide con l’aumento del download illegale, i musicisti sono sempre più alla ricerca di nuovi modi per coinvolgere il loro pubblico, attrarre nuovi fan e, soprattutto, per fare soldi. Lo abbiamo visto fare alla perfezione quando nel 2013 la musicista folk Laura Marling ha prodotto uno spettacolo in collaborazione con Secret Cinema in cui i membri del pubblico hanno abitato il suo album, portato in vita in un mashup di set, paesaggio sonoro, movimento e performance, e culminato in un ‘gran ballo’ che era essenzialmente Marling che eseguiva il suo nuovo album in un ambiente atmosferico e inebriante.

Cos’è un evento esperienziale?

Ci sono molte definizioni di ‘marketing esperienziale’ in circolazione. Lo spettro di tipi di eventi che incapsulano il termine ‘esperienziale’ è vario, quindi non è facile trovare una definizione unificata. Al centro, il marketing esperienziale è un mezzo per coinvolgere i clienti e i potenziali lead con il vostro marchio in modo interattivo e significativo, per generare una risposta emotiva.

Come possono quindi i marketer e gli #EventProfs usare gli eventi esperienziali per creare un buzz? Ancora più importante, cosa rende un evento d’impatto? L’esperienza per l’esperienza può causare più danni che benefici. Un evento andato male spesso rimane nella mente degli ospiti molto più a lungo di un evento andato bene. Salire sul carrozzone esperienziale senza definire gli scopi e gli obiettivi chiave del tuo evento può portare a una confusione che può ostacolare il tuo marchio. Quali sono gli aspetti cruciali per fare bene il marketing esperienziale e come puoi implementare praticamente questi aspetti per creare un impatto duraturo?

Fissa le aspettative

Questo è particolarmente importante se stai pianificando il tuo primo evento esperienziale. Grande non è sempre meglio e le idee semplici sono spesso più efficaci quando si tratta di marketing esperienziale. Questo non vuol dire che non dovresti puntare in alto quando stai pianificando il tuo evento, ma assicurati che le tue aspettative siano raggiungibili e realistiche dato il tempo a disposizione. Affermate la vostra idea e considerate quanta manodopera ci vorrà per realizzarla. Con poca o nessuna esperienza nel pianificare o ospitare un evento esperienziale, non potete aspettarvi di raggiungere la stessa scala di coloro che sono di vecchio stampo.

Tenete a mente che l’obiettivo è quello di fornire ai vostri ospiti un’esperienza significativa quando interagiscono con il vostro marchio. La scala è irrilevante se significa che non puoi raggiungere il tuo obiettivo. Iniziare in modo semplice e costruire da lì. Puoi sempre scalare la tua idea man mano che si sviluppa. Iniziare con delle aspettative irraggiungibili rende difficile la pianificazione e porta a delle inefficienze. Farai una grande quantità di lavoro per preparare la “grande idea”, ti renderai conto che non è realistica e allora dovrai ridimensionare. Rendendo inutile il duro lavoro che hai già fatto.

Fissa un obiettivo

Chiedete a qualsiasi esperto di marketing esperienziale, e vi dirà la stessa cosa: fissare un obiettivo e definire lo scopo del vostro evento è potenzialmente il passo più importante nella pianificazione di un evento esperienziale. Prima di iniziare la pianificazione, definisci i tuoi obiettivi. Fatti delle domande per cristallizzare il tuo concetto. Cos’è che vuoi ottenere? Quale impatto duraturo volete lasciare ai vostri ospiti? Come dovrebbero sentirsi prima, durante e dopo il vostro evento esperienziale? Come potete comunicare il vostro messaggio in modo efficace? E soprattutto, perché state comunicando attraverso il marketing esperienziale?

Mentre il marketing esperienziale è enorme in questo momento, non volete saltare sul carro e tuffarvi a capofitto nel processo creativo a casaccio. Devi capire perché stai facendo quello che stai facendo e per chi lo stai facendo. Se non hai una visione chiara, potresti finire con una narrazione che non ha senso per il tuo pubblico, senza un messaggio chiaro e senza una misura del successo.

Mantieni sempre il tuo obiettivo in mente

Un errore comune negli eventi esperienziali è trascurare o perdere il messaggio in favore di un’esperienza emozionante. Ricordate: il marketing esperienziale è proprio questo. Marketing. Il tuo messaggio e il tuo obiettivo dovrebbero essere al centro di tutto ciò che fai. Se hai un’idea, chiediti perché. Perché questo aspetto dell’esperienza è rilevante per comunicare il nostro messaggio? Se la risposta è ‘non lo so’, allora modificate l’idea o andate avanti. Vuoi aggiungere valore all’esperienza e alla vita del tuo ospite e creare un’impressione duratura. Chiunque può creare un’esperienza emozionante, ma l’intera ragione di un evento esperienziale è di sfruttare quell’eccitazione e l’interazione in modo che il tuo messaggio rimanga chiaro nella mente dei partecipanti. Stabilisci il tuo obiettivo e fai costantemente riferimento ad esso in ogni fase del processo di pianificazione per assicurarti che il tuo messaggio non si perda nella traduzione.

Sfrutta la tecnologia

Il costo di un evento esperienziale può facilmente raggiungere una somma considerevole, una sana dose di intraprendenza è fondamentale. Se sei intelligente, il tuo evento esperienziale può generare organicamente l’attenzione della stampa e una tempesta di social media. Sfruttare la tecnologia per comunicare il tuo messaggio ti offre la possibilità di coinvolgere gli ospiti in un modo che non hanno mai sperimentato prima. Attraverso lo streaming dal vivo, la realtà virtuale, la realtà aumentata e le app per eventi, le possibilità di come catturare l’attenzione dei vostri ospiti diventano virtualmente illimitate. Sfruttare queste tecnologie può farvi risparmiare denaro riducendo i costi di allestimento di un locale, mettendo la tecnologia al centro del vostro evento.

AR e VR offrono un potenziale sconfinato in termini di marketing esperienziale dove la vostra immaginazione è letteralmente il limite! Puoi dare ai tuoi ospiti un’esperienza che non hanno mai avuto prima, e portarli ovunque nel mondo – reale o immaginario. Cercate i casi di studio in cui queste tecnologie hanno avuto successo e poi emulate questi successi. Tenete a mente e fate riferimento agli obiettivi che vi siete prefissati e a come la migliore tecnologia può aiutarvi a raggiungerli. Esamina le tendenze tecnologiche degli eventi e usale per generare ulteriore interesse nel tuo evento.

Aggiungi valore

Fornire un’esperienza non è abbastanza! Vuoi aggiungere valore alla vita dei partecipanti. Pensa a quello che vuoi ottenere e a come il tuo evento può beneficiare i tuoi ospiti. Questo potrebbe essere la scoperta di un prodotto di cui non erano precedentemente a conoscenza o il collegamento con contatti utili nel loro settore. La tua esperienza dovrebbe fornire ai tuoi ospiti un valore da portare via.

Ricorda: più l’esperienza che stai fornendo è realistica e coinvolgente, maggiore sarà la risposta emotiva risultante. Pensate a come volete che l’esperienza dell’ospite si intersechi con il takeaway desiderato.In questo modo il vostro messaggio viene comunicato efficacemente. Questo è particolarmente importante quando si incoraggia l’impegno. Per creare un punto di contatto reciprocamente vantaggioso, gli ospiti dovrebbero voler interagire con l’esperienza per raccogliere il valore e i benefici. Oltre ai vostri obiettivi, tenete a mente il valore del cliente in ogni fase della pianificazione. Dai la priorità alle idee che sono in linea con questi valori.

Non trascurare i dettagli

Come abbiamo detto, più il tuo evento è realistico e coinvolgente, maggiore è l’impatto e la risposta emotiva. Per creare questo ambiente coinvolgente, gli organizzatori di eventi spesso si concentrano troppo sul quadro generale. Questa attenzione tende a trascurare i più convincenti dettagli minori. Quando stai pianificando la tua campagna esperienziale, considera i tocchi extra che aggiungerebbero un altro livello di credibilità. Rendete la vostra esperienza più realistica che, a sua volta, genererà la risposta emotiva desiderata.

Budget il vostro tempo in modo da avere abbastanza da dedicare alla messa a punto di questi dettagli. Mentre pianifichi, considera la ‘condivisibilità’ dell’ambiente che stai creando, in particolare quali dettagli pensi che gli ospiti vorrebbero fotografare per condividerli su Instagram o Twitter. Come puoi manipolare l’ambiente per essere il più convincente possibile per massimizzare il coinvolgimento sia di persona che online? Questi dettagli convincenti non passeranno inosservati, quindi assicurati di non trascurarli!

Creare un buzz

Considerare come creare un buzz è fondamentale quando si pianifica un evento, ma ancora di più con una campagna esperienziale. Dato che il vostro obiettivo è quello di fornire un’esperienza unica, siete già in vantaggio perché si spera che abbiate un concetto convincente da commercializzare. Ci sono vari modi per creare un buzz, in particolare attraverso la comunicazione e il marketing pre-evento, ma un’idea che non viene spesso esplorata è il concetto di mantenere i segreti.

Il potere dei segreti: Nessuno può mantenerli

Incentivare i vostri ospiti chiedendo loro di mantenere un segreto può sembrare controproducente. Volete diffondere il messaggio del vostro marchio in lungo e in largo, quindi tenere nascosto quello che state facendo può sembrare l’opposto di quello che volete. Ma la gente ama i segreti! Amano condividerli, l’esclusività di sapere qualcosa che gli altri non sanno e si sentono apprezzati quando gli vengono affidati dei segreti. Amano flirtare con l’idea di rivelarli.

Ecco il colpo di scena:

Amano far entrare altre persone nel segreto.

Posizionare l’aspetto esperienziale del tuo evento come qualcosa che dovrebbe essere tenuto nascosto può essere uno strumento incredibilmente efficace. Attira la curiosità, e scoprirai che l’interesse dei partecipanti aumenterà solo attraverso il passaparola. La gente vorrà venire solo per sapere dove porterà questo segreto.

Pre- e Post Event Engagement

Quando inizi la pianificazione del tuo evento esperienziale, assicurati di incorporare una strategia di comunicazione nel programma dell’evento. A seconda del tipo di esperienza che stai offrendo, è necessario creare una strategia di comunicazione coerente con il tuo evento. Se invierete delle email, saranno un’impostazione pre-narrativa o una spiegazione ‘fuori narrativa’ dell’evento? Per la vostra comunicazione post-evento, considerate una chiamata all’azione. Come possono le vostre comunicazioni favorire l’impegno esistente per diffondere il vostro messaggio in lungo e in largo? Se l’obiettivo del vostro evento è quello di attrarre nuovi utenti, quale metodo di reclutamento userete per generare un buzz e incoraggiare le iscrizioni?

Pensa di usare gli influencer del settore per promuovere ulteriormente l’interesse e le iscrizioni. Assicurati che la strategia che sviluppi sia realizzabile all’interno della tua linea temporale. Se stai cercando di coinvolgere gli ospiti prima dell’evento, assicurati che la tua comunicazione sia pianificata con i tuoi ospiti in mente. Non volete mandare i vostri ospiti in una caccia al tesoro online di due ore se hanno poco tempo. Raggiungere l’equilibrio tra l’esecuzione della strategia di coinvolgimento pre e post evento, tenendo a mente sia i tuoi obiettivi che gli ospiti, è fondamentale per raggiungere la nota giusta.

Fidati degli esperti

Se è la prima volta che ospiti un evento esperienziale, non farlo da solo. Attingi alle conoscenze degli altri. Fai una ricerca sulle agenzie esperienziali. Avrai già capito che gli eventi esperienziali sono una sfida da vincere. Fidati degli esperti che ti daranno una mano. Molte agenzie di marketing ora pubblicizzano servizi esperienziali. Assicurati di dare un’occhiata ai loro precedenti successi – alcune agenzie di marketing che affermano di essere in grado di offrire servizi esperienziali in realtà hanno pochissima esperienza pratica nel farlo. Pensiamo che sia meglio avvicinarsi alle agenzie che si specializzano nell’esperienziale piuttosto che offrirlo come uno dei tanti servizi.

Se non avete il budget per assumere un’agenzia, allora assicuratevi di fare la vostra ricerca. Trova esempi di errori comuni, eventi esperienziali andati male ed eventi esperienziali fatti bene. Evita le insidie comuni che trovi durante il processo di pianificazione.

Ecco le nostre cose chiave da considerare quando si pianifica un evento esperienziale. Abbiamo coperto le caratteristiche principali del successo di un evento esperienziale, in modo che siate attrezzati per creare un evento che aumenterà il coinvolgimento, genererà una risposta emotiva e comunicherà il vostro messaggio in modo efficace. Dalla definizione di un obiettivo alla pianificazione della strategia di comunicazione, sfruttando la tecnologia dell’evento per attingere all’esperienza dei pianificatori di eventi esperienziali, assicuratevi di fare riferimento a questa lista per mantenere la pianificazione della vostra campagna esperienziale sulla buona strada!

Iscriviti agli aggiornamenti Disiscriviti agli aggiornamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *